Come Potare un Limone

Oggi spieghiamo come potare un limore.

L’albero di limone è originario dell’India e dell’Indocina, arriva fino a sei o sette metri di altezza e risulta essere particolarmente sensibile al freddo. Infatti non sopporta bene le temperature rigide e inferiori a -3 o -4 sotto lo zero. Da lì in poi il legno stesso dell’albero non resiste e lentamente muore. Mentre i frutti e i fiori resistono malamente ad un paio di gradi centigradi sotto o zero.

Come per tutti gli altri alberi da frutto, per ottenere buoni risultati, anche le chiome di un limone, in genere abbastanza ampie e aperte, vanno potate prestando attenzione a non rovinarne l’estetica ma praticando comunque una recisione duratura e efficace.
Vediamo come si effettua quindi una potatura nel modo più corretto.

Innanzitutto stabiliamo il periodo, va eseguita in primavera o fine estate. La motivazione è semplice, le temperature devono essere miti. Soprattutto mai farle quando i frutti sono piccoli e ancora verdi.

Eliminare per primi tutti i rami che risultano secchi o spezzati in modo da liberare a pianta da inutili sprechi. Se si mira ad un’ottimale condizione estetica, ricordarsi comunque di seguire il naturale andamento dell’albero, senza stravolgimenti.
Vanno tolti principalmente tutti i rami che vanno troppo in basso o in alto, anche per facilitare la successiva raccolta dei limoni. Anche i rami che non presentano frutti possono essere sacrificati per la causa anche perché difficilmente ne produrranno ancora nel futuro.

La pianta di limone produce i primi frutti dopo almeno quattro anni dalla prima piantagione.
Partendo dai rametti più sottili a quelli più grossi, si utilizzeranno le forbici, cesoie e sega.
Bisogna prestare maggiore attenzione alle piante adulte rispetto a quelle più giovani: si rischia di intervenire su rami che fruttificano e che non si svilupperanno più. Mentre gli alberelli hanno molta più forza e vegetano con estrema facilità.

Per quanto riguarda le piante in vaso, che rimangono più piccole e contenute, non sono necessarie particolari cure, basta togliere i rametti secchi o eccessivamente lunghi e quindi antiestetici. Sono adattissime ai balconi e terrazzi, possibilmente in zone non troppo fredde, è meglio tenerle in una zona protetta durante l’inverno.
Se seguirete le istruzioni i vostri alberi di limone vi daranno grandi soddisfazioni e i loro frutti saranno abbondanti.