Come Costruire un Gazebo in Legno – Guida

In questo articolo spieghiamo come costruire un gazebo in legno.

Costruire un gazebo in legno è una operazione relativamente semplice, solo un poco laboriosa e lunga, ma che con la dovuta pazienza potrà riuscire al meglio a chiunque.

La prima cosa da fare è individuare il luogo dove vogliamo costruirlo. Una volta individuato la sede. passeremo a misurare l’area a nostra disposizione e a ricrearne una copia su una piantina, che disegneremo.

Una volta disegnata l’area inizieremo a progettare il nostro gazebo. Non spaventiamoci, non è affatto una operazione complessa, inizialmente realizziamo uno schizzo su un foglio pulito e lo arricchiamo di dettagli fino a disegnare il nostro gazebo. Se sarà il primo che costruiamo, è preferibile un progetto semplice e lineare, essenziale, sarà più facile da realizzare e comunque potremo arricchirlo di dettagli anche in futuro.

Quando avremo terminato di disegnare lo schizzo,dovremo riprodurlo nella piantina che abbiamo realizzato in precedenza e con questa ci recheremo presso l’ufficio tecnico del comune al fine di chiedere se sia possibile realizzarlo senza bisogno di permessi. Nella generalità dei casi la risposta è si, tuttavia chiedere non costa nulla e ci mette al riparo da eventuali sanzioni.

Fatto questo dovremo cominciare a recuperare il materiale, dovremo scegliere un legno particolarmente duro, adatto a rimanere all’esterno senza rovinarsi a contatto con gli agenti atmosferici, come il teak, il pino nordico e il castagno. Quando ci recheremo a acquistare il legno, porteremo con noi il nostro progetto che sarà necessario per capire quanto comperarne e l’incaricato della falegnameria saprà indicarci altre varietà di legno da utilizzare più o meno economiche.

Il progetto sarà inoltre indispensabile per acquistare il materiale metallizo necessario per realizzare il gazebo, nella scelta potremo farci aiutare dall’incaricato della ferramenta. Sarà opportuno inoltre acquistare, se già non li possediamo, una vanga, una livella, una pialla, una sega, un martello, una scala e un trapano. Se vorremo fissare il gazebo al terreno con del cemento dovremo anche acquistare il relativo materiale.

Dopo avere procurato tutto il materiale, inizieremo a costruire un gazebo in legno delimitando l’area di costruzione con del filo montato su dei paletti. Quindi scaveremo delle buche laddove realizzeremo i montanti, ovvero i pali verticali, e dentro alle stesse pianteremo i pali montanti in verticale. Useremo la livella per controllare che siano perfettamente verticali e non obliqui e chiuderemo la buca con il terriccio o con il cemento, a preferenza. Lasceremo riposare per un giorno e il giorno seguente continueremo collegando le teste dei pali montanti una con le altre attraverso dei pali orizzontali che fisseremo con viti e bulloni. Ricordiamoci che per fare in modo che una struttura diventi fissa dovremo creare dei triangoli, forma questa che non si deforma alle trazioni laterali. Per questo ad ogni intersezione tra pali orizzontali del tetto e pali montanti verticali metteremo due pali obliqui a formare un triangolo sulla destra e uno sulla sinistra.

Dovremo quindi passare a realizzare la copertura, che potrà essere in telo di nylon. Pareti e pavimento potranno essere realizzati in legno con perline, travature o pannellature in legno. Nel caso del pavimento, avremo l’accortezza di non tenerlo a contatto con il terreno ma di creare una zona di aria sottostante grazie a dei correnti in legno sui quali inchioderemo le assi, questo perché non si marcisca il legno a contatto con il terreno per effetto dell’umidità.

Terminato il tutto dovremo proteggere il legno con dell’impregnante a cera che gli consentirà di resistere a muffe e funghi nonché lo renderà ancora più resistente all’azione degli agenti atmosferici.