Come Scegliere il Tapis Roulant

ll tapis roulant è un attrezzo che si è fatto conoscere e apprezzare nelle case degli italiani giungendo nel giro di pochi anni a affiancare e sostituire la cyclette. Si tratta infatti di un attrezzo molto più versatile rispetto questa e potrà essere utilizzato per mantenersi in forma, per integrare quotidianamente l’attività che si svolge in palestra e soprattutto per dimagrire.

Proprio per questo aspetto, moltissime persone infatti scelgono di acquistare un tapis roulant, trattandosi in effetti di un attrezzo che consente una ginnastica aerobica adeguata, aiutando e riattivando la circolazione sanguigna, correggendo le cattive abitudini dovute alla vita sedentaria.

Sul mercato esistono molti modelli di tapis roulant, con differenti prezzi e caratteristiche, scegliere il tapis roulant non è quindi così semplice. Come sempre in questi casi dipende dall’uso che ne faremo. Anzi diciamo che nel caso di questo attrezzo definire quante ore alla settimana useremo il tapis roulant diventa fondamentale per orientarci nella sua scelta.

Se faremo un utilizzo occasionale del tapis roulant, ovvero fino a tre ore a settimana, sarà più che sufficiente un modello a pedana magnetica o meccanica e con inclinazione fissa. Se invece faremo un uso tra le tre e le cinque ore a settimana sarà preferibile scegliere un modello che permetta anche una regolazione manuale della inclinazione. Oltre le cinque ore a settimana potremo pensare a un modello a inclinazione meccanica. Oltre le trenta ore poi è opportuno investire sulla pedana in modo da non affaticare troppo ginocchia e gambe.

Ovviamente la regolazione meccanica dell’inclinazione è preferibile rispetto alla manuale ma aumenta i costi, per questo un tale investimento ha senso unicamente se poi effettivamente faremo uso del tapis roulant. Risulta essere vero infatti che cambiare inclinazione alla pedana interrompe l’allenamento a discapito della frequenza cardiaca raggiunta ma con usi saltuari sarà un difetto sopportabile.

Se optiamo per l’acquisto di un tapis roulant per dimagrire, allora è opportuno sceglierne uno magnetico, la rotazione della pedana sarà indotta solamente dal nostro movimento e non da un motore elettrico contenuto in questa, come invece in quelle delle palestre. La differenza, oltre un costo più ridotto e una minore possibilità di rompersi essendovi meno parti elettriche ed elettroniche da gestire, è anche una minore possibilità di barare.

Se, invece, si vuole correre in modo intenso, è necessario scegliere un modello elettrico. Solo i tapis roulant di questo tipo permettono infatti di effettuare vere corse.

Se faremo un uso importante, abbiamo detto, spendiamo su modelli che garantiscano un alto assorbimento dell’impatto del piede sulla piattaforma, fatto che ridurrà il rischio di infortuni, ma anche di spiacevoli dolori alle caviglie, alle ginocchia e alla schiena. Vi sono molti modelli differenti di ammortizzazione, dagli inserti di gomma sotto la pedana, che sono i più economici, a quelli a molla fino agli ammortizzatori a aria. Per dettagli è possibile vedere questa guida sui tapis roulant professionali su Itapisroulant.net.

Per un uso moderato, invece, non farà poi molta differenza la quantità di programmi disponibile: se usiamo la piattaforma per poche ore, pochi programmi saranno più che sufficienti. Sarà invece utile avere molti programmi nel caso ne facessimo un uso professionale.