Cuffie Wireless – Come Sceglierle

Abbiamo riassunto alcuni consigli e indicazioni che possano essere di aiuto nel momento in cui ci troviamo a scegliere le cuffie wireless. Le note cuffie senza filo altro non sono che un’evoluzione recente delle normali cuffie, nelle quale il cavo di connessione viene sostituito da differenti sistemi di comunicazione come le onde radio, gli infrarossi e addirittura il bluetooth.

Non ci dedicheremo in modo particolare a descrivere le cuffie HiFi, ovvero quelle a alta definizione, che consideriamo dedicate a un pubblico esperto e che necessitano anche di apparecchi appositi in grado di erogare sufficiente corrente per il loro funzionamento. Parleremo invece sulle cuffie per dispositivi a bassa corrente erogata come lettori MP3, cellulari, lettori CD, TV, PC portatili e via dicendo.

La scelta della cuffia dovrà essere effettuata in base all’utilizzo, sia esso videoludico, casalingo o musicale. Ancora prima di entrare in questo distinguo, va detto che il mondo delle cuffie si divide in due grandi categorie, le cuffie chiuse e quelle aperte. Le prime sono più pesanti ma possiedono materiali fonoassorbenti in grado di annullare qualsiasi interferenza esterna. Le seconde sono molto meno pesanti ma non essendo chiuse permettono a suoni esterni di disturbare l’ascolto. Si potrebbe pensare che le seconde abbiamo una minore resa audio, ma non è così, mantengono comunque un ottimo livello, fornendo anzi un suono aperto.

La tipologia di trasmissione dati tra riproduttore e cuffia, poi, incide direttamente sulla qualità dell’audio, il più diffuso sistema di trasmissione del segnale audio è quello a infrarossi che garantisce una buona resa sonora ma non permette di allontanarsi molto dalla fonte sonora. Se le cuffie a infrarossi non permettono di allontanarsi dal riproduttore più di qualche metro, quelle radio consentono di allontanarsi anche fino a 100 metri ma hanno un costo abbastanza elevato e ne risente la qualità del segnale. Sui dieci , massimo quindici metri, invece è la libertà di movimento delle cuffie bluetooth che grazie anche alla condivisione di tale tecnologia sugli smartphone è oggi la più diffusa cuffia wireless.

A seconda della tecnologia usata cambierà il tipo di batteria, quelle bluetooth montano generalmente batterie al litio mentre le altre normali batterie alcaline, spesso neppure compatibili con le ricaricabili. Informarsi su che tipo di alimentazione sia possibile è dunque necessario per evitare brutte soprese.

Molto importante, infine, la valutazione della disponibilità sul modello della cuffia della tecnologia Noise Cancelling, come quello sviluppato da alcuni tra i più noti produttori, in grado di cancellare qualsiasi tipo di rumori e adottata generalmente in cuffie chiuse. La tecnologi in sé è ottima ma per funzionare necessita di ulteriore hardware che va installato sulla cuffia producendo ancora più rumore e rendendo ancora più pesante la cuffia stessa.

Mentre, particolarmente se cerchiamo una cuffia da gioco, è importante vi sia la predisposizione per tecnologie Dolby Digital, tra cui Dolby Headphone e Pro Logic ormai diventate famigliari a qualsiasi console di gioco. Esse sono in grado di rielaborare il suono per creare un effetto surround che renderà ancora più reale sia l’esperienza di gioco che la visione di film.

Infine la presenza della sigla DSP indica il fatto che nella sigla vi è contenuto un processore in grado di elaborare il segnale ricevuto, ovviamente se necessario.