Come Insonorizzare una Porta

Vedremo nel corso di questa piccola guida come insonorizzare una porta, solozione utile nel caso in cui volessimo proteggere un ambiente dal caos esterno o interno.

Pensiamo infatti a coloro che hanno in casa una sala da musica, utilizzata da se stessi o dal figlio per suonare uno strumento o per ascoltare musica, e che volessero, a seconda dei casi, isolarla in modo da non disturbare la rimanente parte di casa nel momento in cui si provano i vari brani musicali o viceversa isolarla dal mondo esterno per potere assaporare in totale silenzio i brani preferiti.

Allo stesso modo, pensiamo a coloro che hanno un ufficio in casa e desiderano che nello stesso vi sia una determinata privacy e che gli altri membri della famiglia non siano a conoscenza di ogni discussione di lavoro.

In tutti questi casi, e in molti altri ancora, risulta comodo insonorizzare la porta, operazione che potremo facilmente eseguire in casa con il fai da te.

Il sistema più efficace per insonorizzare una porta è quello di rivestirla di uno strato fonoassorbente, come la gommapiuma. Avremo quindi bisogno di uno strato di gomma dello spessore di almeno 2 cm, ma anche 3 o 4 andranno bene, dipendendo da quanto isolamento desideriamo e anche dal risultato estetico, un isolamento di maggiore dimensioni conferirà infatti un aspetto più bombato alla porta. La gommapiuma dovrà essere perlomeno pari alla superficie dell’anta della porta.

Avremo poi bisogno di un rivestimento con il quale ricoprire la porta. Il tipo di rivestimento, se finta pelle o qualche tessuto dipende dal tipo di arredamento interno della nostra abitazione. Quanto alla quantità di rivestimento, dipende fino a dove vorremo rivestire la porta, se desideriamo ricoprire con il rivestimento entrambe le facciate dovremo munirci di una superficie tale da permettere una simile operazione. Diversamente potremo concentrarci solamente su una delle due facce della porta, quella da imbottire, ricordandoci comunque di avere del rivestimento in più in modo da non trovarci corti. Ricordiamo che anche il rivestimento può rivestire carattere fonoassorbente, scegliere dunque un rivestimento in panno fonoassorbente è un’ottima soluzione.

Avremo poi bisogno di un coltello o seghetto, forbici, colla e delle graffe per fissare il tutto, o dei chiodi.

Iniziamo con lo smontare la porta e poggiarla su un piano di lavoro orizzontale con la parte da rivestire rivolta verso l’alto. Togliamo dalla stessa sia le parti metalliche della maniglia e del foro serratura. Tagliamo la gommapiuma a misura perfetta della porta con un coltello o con un seghetto.

Stendiamo quindi la colla sulla facciata della porta da rivestire e su questa incolliamo la gommapiuma. Basta stendere la colla sulla parte in alto della porta stessa, non è richiesto incollare tutta la superficie. Essa serve solo per evitare, con il trascorrere del tempo, lo scivolamento della gommapiuma verso il basso per effetto della gravità.

Una volta che la colla si sarà fissata, tagliamo il rivestimento a misura e fissiamolo, incominciando dal bordo superiore della porta con delle graffe o con dei chiodi. Successivamente fissiamolo al bordo inferiore, infine ai lati. Nel fissare il rivestimento ricordiamoci di stendere lo stesso in modo che l’imbottitura possieda quel risultato perfetto di compressione e uniformità che ci attendiamo. Infine montiamo nuovamente la ferramenta di maniglia e foro serratura.