Come Scegliere Pilastri per Recinzione

Qualunque cancello, non importano dimensioni, materiale o stile nel quale è stato realizzato, può essere definito come una recinzione il cui scopo è difendere la proprietà da intrusioni di persone esterne e garantire una certa sicurezza e stabilità. La maggioranza di queste caratteristiche è dovuta alla presenza di pilastri che garantiscono l’equilibrio e la resistenza del cancello stesso. Leggi la nostra guida ai pilastri per recinzioni per conoscerne caratteristiche, tipologie e come scegliere i modelli più adatti al vostro cancello.

I pilastri sono simili a pali e rappresentano i tasselli della struttura. La posizione nella quale ciascun pilastro viene collocato è fondamentale, dal momento che rappresentano dei punti di forza e devono essere posizionati lungo l’intera lunghezza della recinzione per rinforzarne la struttura. Per tale motivo, è molto importante quantificare la giusta distanza alla quale i paletti devono essere collocati, in modo che la distribuzione dei punti di forza nella recinzione sia ideale. Terminata la fase di progettazione, i pilastri verranno posizionati nel terreno alla distanza che era stata prevista e interrati. E’ essenziale che la fase di realizzazione della staccionata, e quindi di installazione dei pilastri, venga svolta in maniera precisa, rispettando il progetto. In genere i pilastri sono realizzati in calcestruzzo e lateralmente presentano delle scanalature, che ospiteranno le lastre della recinzione vera e propria.

Generalmente i pilastri possono misurare dai due ai tre metri. Questi elementi non presentano solo importanti funzioni pratiche, ma devono assolvere anche a funzioni decorative e ornamentali, dal momento che il cancello è un complemento d’arredo che presenta anche un notevole impatto estetico e che modifica il contesto. I pilastri dunque possono essere arricchiti con speciali copri pilastri, alcuni dei quali sono realizzati in uno stile davvero creativo e abbinato a quello della proprietà, oppure possono essere acquistati prefabbricati. La scelta migliore dal punto di vista estetico è quella di introdurre lateralmente o negli angoli degli speciali pilastri lavorati, realizzati non in calcestruzzo ma in materiali come mattoni o pietra.

In base al tipo di materiale e di lavorazione, i pilastri potranno adattarsi in maniera ottimale alla vostra proprietà o al vostro giardino, e rappresenteranno un elemento perfettamente integrato nel contesto. Troverete in commercio pilastri di ogni dimensione, forma o colore,, in grado di abbinarsi non solo agli altri complementi d’arredo della vostra proprietà, ma perfino alle piante del vostro giardino. Alcuni tipi di pilastri somigliano a piccole colonne e possono essere realizzati in stile classico o moderno, con forme a punta o a cono. Alcuni modelli presentano anche alloggiamenti in grado di ospitare piante o vasi, migliorando ulteriormente il loro impatto visivo.