Come Pulire Lampade e Paralumi

Tra i complementi d’arredo più comuni in una casa troviamo paralumi e lampade che, purtroppo, con il passare del tempo tendono a sporcarsi, se non fosse altro per effetto dell’inesorabile depositarsi della polvere sugli stessi. Vediamo dunque come pulire lampade e paralumi per ridonare la lucentezza originaria a questi preziosi complementi d’arredo.

Iniziamo con il dire che per pulire lampade e paralumi avremo bisogno, a seconda della tipologia di oggetto, di sapone neutro, di un prodotto per la pulizia di mobili, di un pennello, dell’alcool, di detersivo, di mollica di pane o matita per gomma.

Se ci troviamo a dovere pulire una lampada a stelo in legno basterà utilizzare un normale prodotto per la pulizia di mobili e tornerà lucida come nuova, la cura delle lampade a stelo in legno infatti è del tutto simile a quella di un normale mobile.

Diversamente invece, se ci troviamo a pulire lampade in metallo non dovremo utilizzare prodotti in pasta poiché all’asciugarsi rimarrebbero residui di prodotto all’interno delle fessure. Sarà sufficiente un mix di acqua e sapone che useremo su di uno straccio per bagnarle, successivamente useremo uno straccio umido di sola acqua per sciacquarle e infine con uno straccio asciutto provvederemo all’asciugatura.

Il procedimento non cambia per pulire lampade in metallo lavorato, mentre nel caso dovessimo pulire lampade in ottone al posto del mix di acqua e sapone utilizzeremo un mix di acqua e alcool. Le rimanenti parti della procedura, invece, non cambiano.

Faremo particolare attenzione nella pulizia delle lampadine delle lampade e paralumi, le quali dovranno assolutamente essere svitate prima di lavarle, questo per evitare che liquidi entrino nel portalampada. Provvederemo a lavare il bulbo in vetro con acqua e sapone, lo risciacqueremo con acqua semplice e lo asciugheremo. Al termine lo passeremo con un batuffolo di cotone imbevuto nell’alcool per togliere aloni e dare lucentezza.

Per pulire invece paralumi in cin e plastica non useremo alcun prodotto, semplicemente prima li passeremo con uno straccio che avremo previamente inumidito con dell’acqua e successivamente li asciugheremo.

Utilizzeremo invece la mollica di pane oppure l’olio di ricino o la gomma da matita morbida per pulire paralumi in pergamena. Ovviamente essendo molto delicati faremo attenzione a passare in modo leggero sugli stessi e uniforme.

I paralumi in seta dovranno essere spazzolati, mentre quelli in stoffa potremo lavarli nella vasca da bagno con mix di acqua e detersivo, quindi li sciacqueremo con la doccia e li metteremo ad asciugare avendo l’accortezza di non lasciarli al sole.

La passamaneria va lavata sempre con acqua e detersivo e con l’occasione delle pulizie provvederemo anche a rammendare le lampade e i paralumi o aggiustarli dove si sono rotti, incollandoli o apponendo punti nascosti sui tessuti.