Come Sostituire un Intteruttore Unipolare con uno Bipolare

Oggi spieghiamo come sostituire un interruttore unipolare con un interruttore bipolare.

L’interruttore comune presente in tutte le abitazioni, in grande quantità, è senza dubbio quello unipolare, che è in grado sostanzialmente, di scollegare solo uno dei tre fili elettrici, ovvero la fase.

Gli interruttori bipolari, invece, si utilizzano soprattutto per i grandi elettrodomestici, frigorifero, lavatrice, asciugatrice, forno e lavastoviglie. Hanno la capacità di creare un isolamento totale dell’apparecchio, scollegandone anche il filo neutro. Possono quindi attivare o disattivare l’elettrodomestico, ma in modo più completo rispetto agli interruttori unipolari, che spengono e accendono le luci.

Hai la necessità di sostituire un interruttore unipolare con uno bipolare? Allora assicurati di avere con te anche un cavo elettrico nero e uno blu da 2,5 mm, anche una molla per mettere i cavi all’interno del tubo.

Acquista anche un tasto bipolare distinguibile dagli altri per 4 fori e per i numeri 0 e 1 indicati sopra di esso. Se non lo trovi della stessa serie della presa, dovrai cambiare tutto quanto, ma anche procurarti i cavi necessari per portare l’elettricità fino alla cassetta di derivazione.

Prima di iniziare, ricordati assolutamente di staccare l’interruttore generale che alimenta la tua abitazione. Per quanto riguarda il modello unipolare, i fili si trovano collegati ai poli di neutro, fase e terra (colorato di giallo-verde). In quello bipolare, invece, bisogna collegare la coppia fase-neutro in mandata e un’altra coppia di fase e neutro in ritorno. Mentre il filo giallo-verde, altrimenti chiamato conduttore di protezione, si collega alla terra.

Calcola quindi molto bene la lunghezza dei due nuovi fili per arrivare senza problemi dall’interruttore alla scatola di derivazione. Collega quindi i due nuovi cavi, senza toccare il filo di terra, che non va collegato.

Dovrai quindi unire i fili di rame dei due cavi blu e nero per collegarli con i rispettivi colori all’interno della scatola, per poi inserirli e richiudere i cappellotti che li tenevano fermi. Fai passare aiutandoti con una sonda i cavi all’interno del tubo, per farli arrivare fino alla presa che ti interessa (i fili devono essere abbondanti).

Assembla a questo punto la nuova presa, collegando assieme in entrata ed in uscita sia la fase che il neutro. Fissa l’interruttore e richiudi tutta la presa saldandola al muro.