Come Funziona il Car Pooling

L’esigenza di effettuare viaggi anche a lunga distanza è oramai per molte persone una necessità sia che si tratti di motivi di lavoro oppure di esigenze di studio.Soprattutto per alcune località, poco servite dai mezzi oppure con orari incompatibili per le proprie esigenze, il servirsi di autobus o treni diviene impossibile e si deve per forza ricorrere all’utilizzo dell’automobile.

Molti fattori negativi rendono questa scelta non ottimale: in tempi di crisi, le spese per il carburante (benzina o gasolio che sia) nonché la manutenzione periodica di vetture che percorrono centinai di km, possono davvero risultare molto elevate.

Inoltre,per quanto possibile, per la tutela dell’ambiente sarebbe meglio utilizzare i veicoli a motore a scoppio il meno possibile per via dei danni legati all’emissione di polveri sottili nell’atmosfera.

Inizialmente all’estero, e da qualche tempo anche in Italia, è stata proposta una soluzione che tenta di ovviare ai problemi legati ai lunghi viaggi in auto: il car pooling.

Vediamo insieme di che cosa si tratta e quali possono essere i vantaggi, ma anche gli svantaggi di questo nuovo modo di utilizzare le automobili.

In sostanza si tratta di un’idea molto semplice: per andare in uno stesso posto, le persone possono mettersi d’accordo per viaggiare insieme, utilizzando una sola auto per trasportare più passeggeri. In questo modo non c’è più l’equazione “un auto=1 passeggero” ma si sfrutta pienamente la capacità di un veicolo di trasportare, in un solo viaggio, più persone che hanno la stessa destinazione.

Apparentemente è una cosa estremamente semplice, è quello che succede abitualmente quando organizziamo un viaggio tra amici, oppure tra colleghi dobbiamo raggiungere una sede ad esempio per un congresso oppure una riunione fuori sede. Ma come fare se dobbiamo spostarci ad esempio su lunga distanza (ad esempio da Roma a Milano), e cerchiamo qualcuno con cui viaggiare? In questo caso esistono dei siti web sui quali registrarsi gratuitamente e proporsi per condividere il viaggio (nonché le spese), anche tramite i più comuni social network.

Si possono così trovare delle altre persone compatibili per tipologia di viaggio ed orario, e per motivi di sicurezza, molti siti prevedono un “punteggio” di affidabilità, ovvero un giudizio da parte di altri passeggeri. Per le donne è possibile selezionare un viaggio “rosa” che prevede solo altri passeggeri di sesso femminile.

Ma quali sono i vantaggi e gli svantaggi del car pooling?

Dal punto di vista economico si ha un certo risparmio in quanto si condividono le spese (e sono previste anche riduzioni dei pedaggi autostradali) tra due o più passeggeri. Utilizzando un numero inferiore di auto si ha un minore inquinamento ambientale. Inoltre è un modo per conoscere nuove persone, ed effettuare lunghi viaggi spesso noiosi in compagnia,e con maggiore sicurezza non viaggiando da soli. Se si viaggia tra colleghi o compagni di corso, è anche un buon modo per migliorare ed approfondire la conoscenza (magari trasformandola in amicizia).

I principali svantaggi sono dovuti al fatto che orari e giorni vanno concordati con precisione e che ci si trova a viaggiare con persone sconosciute, che possono avere uno stile di guida “sportivo” o comunque poco gradevole.

In ogni caso se ci accingiamo ad uno o più spostamenti in auto ricordiamoci che possiamo prendere in considerazione il viaggiare tramite il car pooling.