Effetto Glitter per Pareti

Con l’arrivo della primavera e delle giornate di sole in molti approfittano delle prime piacevoli temperature per tinteggiare casa, lavoro a cui si va incontro almeno una volta l’anno.

Come si sa, l’ideale per affrontarlo è una temperatura mite che consente di asciugare in fretta il colore negli ambienti, che devono essere arieggiati prima di abitare nuovamente gli spazi.

effetto glitter per pareti

Aggiungere un tocco personale alla casa richiede tempo e fantasia, ma se prendi in considerazione una tinteggiatura semplice con dettagli d’effetto, realizzabili per esempio con la tecnica glitter da applicare a una, o più pareti, puoi ottenere un risultato davvero raffinato e unico in poco tempo.

La tecnica di tinteggiatura glitter è davvero semplice e puoi acquistare il materiale per realizzarla nei grandi centri del fai da te, ecco che cosa occorre

-Vernice per pareti.

-Rullo.

-Nastro adesivo largo.

-Fogli di giornale.

-Glitter in polvere.

-Vetrificante.

-Acqua.

-Pennelli doppio strato per glitter o spugna.

Per procedere con la tinteggiatura è necessario liberare la stanza da tutti i mobili e gli oggetti, in alternativa, li puoi radunare al centro coprirli con teli o vecchie lenzuola, l’importante è che siano distanti dalla parete di almeno 1,5 metri, giusto lo spazio necessario che ti consentirà di lavorare comodamente.

Per non danneggiare con il colore il battiscopa, i copri presa e i quadri degli interruttori per la luce, puoi utilizzare del nastro adesivo di carta e dei fogli di giornale per aiutarti a coprire le superfici più grosse che devono rimanere escluse, anche stendere giornali o teli sul pavimento ti faranno risparmiare tempo con la pulizia e eviterai eventuali danni al termine del lavoro.

Anche le porte e le finestre dovranno essere rivestite con cura per evitare di sporcarle con il colore.

Dopo avere preso tutte queste precauzioni, per la riuscita di un buon lavoro degno di un professionista, devi esaminare lo stato della parete. Se sono presenti buchi o fessure sarà necessario stuccare le zone interessate e se la vernice precedente tende a staccarsi, dovrai pensare a rimuoverla. Se la vecchia tinteggiatura è ancora in buono stato, puoi risparmiare tempo e passare sopra con la nuova mano di colore per poi terminare con la tecnica glitter. Un ultimo passo fondamentale è quello di capire il tipo di colore che è stato utilizzato in precedenza, se si tratta di colore a tempera o di idropittura, lo può scoprire semplicemente passando una spugna umida sulla parete, se il colore rimane sulla spugna si tratta di colore a tempera, diversamente si tratta di idropittura e dovrai utilizzare lo stesso tipo di colore per ritinteggiare.

Verificato questo dettaglio, puoi procedere con la tinteggiatura del colore che hai scelto.

Utilizza il rullo, questo tipo di pennello è stato studiato per colorare grandi superfici con poco sforzo ma devi fare attenzione ed eseguire un movimento verticale per stendere bene il colore e non lasciare imperfezioni. Ricordati che è consigliato non bagnare eccessivamente il rullo e di scolare il colore in eccesso utilizzando la griglia per evitare di schizzare e sprecare colore. Prima di cominciare, prendi comunque visione delle istruzioni riportate sul contenitore che aiutano a capire con precisione come dev’essere trattato.

Procedi sempre stenendo il colore con dei movimenti verticali fino al completamento della parete, quando sarà asciutta potrai procedere con la decorazione glitter. Prendi il vetrificante, la speciale vernice lucida e diluiscila con una parte di acqua, di norma è riportata l’indicazione sulla confezione. Dopo avere preparato il vetrificante, aggiungi i glitter del colore che hai scelto, mescola per uniformare la distribuzione dei brillantini e procedi alla stesura utilizzando il pennello più grande o la spugna, a seconda del motivo che gradisci seguire. Al termine della stesura arieggia la stanza e lascia asciugare il lavoro ormai terminato.

In conclusione, se hai deciso di utilizzare la tecnica della tinteggiatura delle pareti con glitter, ricorda di farlo in periodi in cui puoi lasciare le finestre aperte per far asciugare, quindi temperature ne troppo calde, ne troppo fredde e segui alcuni consigli sulla combinazioni di colori che puoi adottare: i glitter oro si sposano con il colore rosso, marrone, verde militare, arancio caldo, giallo scuro e fucsia mentre i argento trovano maggiore risalto con uno sfondo: grigio, blu, nero o a contrasto con il bianco.